PROFILO-CENTRO STUDI INTERGENERAZIONALE

CENTRO STUDI INTERGENERAZIONALE

floral divider
«Non vivo per me, ma per la generazione che verrà"
(Vincent van Gogh)


PROFILO
Il Centro Studi Intergenerazionale promuove il dialogo tra le generazioni per studiarne a fondo le dinamiche sociali e culturali. La sua mission è valorizzare le esperienze di ogni generazione, attraverso le competenze e il talento individuale e collettivo, con l'obiettivo di sviluppare la collaborazione, in particolare tra giovani e anziani.
 
LA NOSTRA VISIONE

"Un mondo che valorizza e coinvolge tutte le generazioni"
I confronti generazionali sono cambiati in Italia, come quasi ovunque in Europa, a seguito di profondi sviluppi demografici.
Tutte le generazioni possono fare molto per garantire che le future relazioni si sviluppino in modo integrato e che il dialogo tra loro sia intensificato.
Oggi viviamo insieme a quattro, anche cinque generazioni per periodi di tempo significativamente più lunghi e allo stesso tempo le affinità sono diminuite.
In breve: le relazioni cambiano da orizzontale a verticale! Le società moderne con una lunga aspettativa di vita e un piccolo numero di bambini stanno sviluppando qualcosa di storicamente nuovo. Pertanto è importante che la società odierna diventi più consapevole della rilevanza delle relazioni tra generazioni e che presti maggiore attenzione a questo aspetto più di quanto fosse precedentemente necessario.
La sfida per le relazioni sociali intergenerazionali è ancora più grande rispetto ai legami all'interno della famiglia, perchè questa di solito può beneficiare di una base di relazioni positive personali, abbastanza stabili.
Comunque anche nella famiglia ci sono nuove sfide tra le generazioni che devono essere affrontate e richiedono un dialogo più intenso.
Il Centro Studi Intergenerazionale affronta questi argomenti attraverso una costante attività di networking tra esperti e ricercatori nonché Enti e Istituzioni, che hanno manifestato la loro disponibilità a creare valore per questa innovativa esperienza. 


ORIGINI

 
Il CENSIN è una associazione nata da una precedente esperienza, denominata Centro Studi e ricerche per la terza età e successivamente Centro Studi Anziani di Basilicata, fondata nel 1984 per iniziativa di Mario Cifarelli, insieme a studiosi ed esponenti di varie organizzazioni.

 
ATTIVITA'

Durante questi decenni il CENSIN ha sviluppato le sue attività coinvolgendo i piccoli Comuni della Basilicata con l'avvio di un dialogo e un costante confronto strutturato tra le diverse generazioni.
 
Nei progetti di ricerca applicata e di servizio la Telematica rappresenta un nuovo modo di erogare servizi a distanza, tramite ICT (Information and Communication Technology). Essa costituisce un campo di applicazione estremamente importante, in quanto permette di fornire una nuova tipologia di prestazioni, di elevata qualità e a costi accessibili o ridotti rispetto ad altri modelli organizzativi. Questa particolare modalità di erogazione di servizi, da parte del CENSIN ha permesso di superare i vincoli della distribuzione territoriale delle competenze, della distanza tra esperto e utente e della frammentazione temporale dell'intervento sulla singola persona.
In questo settore ha progettato e sperimentato applicazioni specifiche nell'ambito:
  • dell'educazione permanente (Università della Terza Età a distanza, 1985);
  • dell’assistenza domiciliare integrata rivolta a persone anziane ( Progetto SE.T.A. 2004);
  • di programmi formativi di volontariato virtuale (Corso di dialogo intergenerazionale e volontariato, 2016).

 
Il Centro Studi Intergenerazionale ha da sempre ritenuto fondamentale la formazione con lo scopo di sviluppare le risorse umane, la conoscenza e l'innovazione.
Le iniziative formative e di ricerca applicata sono state funzionali allo sviluppo o all'ulteriore qualificazione di competenze manageriali, imprenditoriali e comunicative nei settori relativi ai progetti intergenerazionali. Sono stati organizzati attraverso corsi brevi, internship, corsi di formazione continua, di aggiornamento e orientamento professionale.

 
L'attività di consulenza si propone di "Dare vita alle proprie idee", sviluppando soluzioni conformate alle esigenze di enti pubblici o privati interessati a promuovere e migliorare il rapporto tra le generazioni e di conseguenza la “salute” della popolazione, in stretta integrazione con i servizi territoriali e con il terzo settore.
 
Infine l'attività di divulgazione scientifica parte dagli spazi che funzionano come luoghi di incontro e di mediazione tra le generazioni: famiglia, scuola, lavoro, associazionismo. Obiettivo primario della sua missione divulgativa è approfondire in chiave interdisciplinare i presupposti per un dialogo aperto e costruttivo tra le generazioni per ampliare le conoscenze e offrire al territorio un sapere quanto mai necessario per affrontare una tematica a complessità crescente.
Ogni ambito professionale, ogni settore disciplinare avverte la necessità di un aggiornamento riguardo la prospettiva di un nuovo dialogo tra le generazioni sempre più unitario, capace cioè di inglobare anche gli orizzonti morali e trascendenti a cui guardare per proporre possibili sviluppi.
Gli ambiti di comunicazione scientifica realizzati con dibattiti, eventi, conferenze, workshop hanno approfondito ogni volta una dimensione specifica delle dinamiche intergenerazionali.
Di seguito riportiamo le tematiche più significative:
  • “Rapporti tra genitori e figli nella realtà quotidiana”
  • “Le percezioni esistenziali tra generazioni”
  • “Patto tra generazioni, teoria e realtà”
  • “I rapporti tra le generazioni nelle istituzioni educative”
  • “Collaborazione intergenerazionale per la tutela e valorizzazione dei beni artistici e culturali”.

 
PUBBLICAZIONI
 
  • Assistenza domiciliare in provincia di Matera – Coop. Progetto Popolare a.r.l, 1989.;
  • L’Università della Terza Età nel Materano, 1992;
  • Lavoro e famiglia dopo il pensionamento – ed. SPI-CGIL Basilicata, 2005; 2010  
  • Linee guida per la realizzazione e la gestione di appartamenti protetti per anziani, 2010;
  • Manuale operativo piattaforma Telematica “Servizio Telecare”, 2014.


RISORSE ECONOMICHE

Il Centro Studi Intergenerazionale è finanziato attraverso il libero supporto offerto dai sostenitori e i contributi mirati di donatori.

 
Recapito istituzionale
Centro Studi Intergenerazionale
Via Pietro Nenni, 28
75100 Matera